Home Page
Guarda la mappa del sito Leggi: PEC - Posta Elettronica Certificata Ufficio Relazioni con il Pubblico

  Cerca nel sito

 

  

  Versione italiana  English version  Deutsche Version  Version Française  Versión Española

 
 
  Istituzione
Organi politici della Provincia Organi politici
Amministrazione della Provincia Amministrazione e Organizzazione
Il bilancio Bilancio
Il Bilancio Sociale Bilancio Sociale
Piani e Programmi Piani e Programmi
Albo Virtuale (Delibere e Determine) Albo Virtuale (Delibere e Determine)
Le linee programmatiche di mandato 2009/2014 del Presidente Massimo Trespidi, che saranno sottoposte al Consiglio Provinciale, nella seduta di lunedì 19 ottobre 2009.
Trasparenza
  Sezioni
Agricoltura
Ambiente
Artigianato
Commercio
Consigliera di parità
Cultura
Formazione prof.le
Infanzia e adolescenza
Lavori pubblici
Lavoro
Pari opportunità
Politiche abitative
Politiche giovanili
Politiche Scolastiche
Politiche sociali
Polizia provinciale
Progetti europei
Protezione Civile
Sanità
Territorio
Trasporti
Tributi
Turismo
Tutela Faunistica
  In Evidenza
  Comuni
 Scegli il tuo percorso
 
 Ristorazione collettiva Ristorazione collettiva
A chi rivolgersi: Responsabile
Dott. Albino Libè
E-mail albino.libe@provincia.pc.it
Tel. 0523/795613

Referenti
Geom. Passera Germano
E- Mail germano.passera@provincia.pc.it
Tel. 0523/795654

p.a. Afri Raffaella
E- Mail raffaella.afri@provincia.pc.it
Tel. 0523/795653

Fax 0523/795661
Competenze: Negli ultimi anni, le problematiche alimentari hanno acquisito una dimensione rilevante e qualsiasi attività correlata viene trattata con grande prudenza ed attenzione. In questa situazione si trova anche il comparto della ristorazione collettiva che, per tipologia di utenti e per visibilità, da sempre è considerato un settore particolarmente delicato, attentamente monitorato dagli Organismi preposti.
Già la legge 488/1999 (finanziaria 2000) interveniva sull’argomento, attraverso l’obbligo di inserire quotidianamente nelle mense scolastiche e ospedaliere prodotti biologici, tipici e tradizionali, tenendo conto delle linee guida e delle altre raccomandazioni dell'Istituto nazionale della nutrizione, prevedendo inoltre che negli appalti di servizi relativi alla ristorazione si attribuisse valore preminente alla qualità dei prodotti agricoli offerti.
Ad integrazione della normativa suddetta, la Regione Emilia Romagna, con propria L.R. 4.11.2002 n. 29 è intervenuta sull’argomento, introducendo ulteriori elementi qualificanti relativi all’educazione a consumi consapevoli, alla promozione di comportamenti alimentari corretti e alla cultura dell’ alimentazione.
Le novità più importanti riguardano le scuole dell’infanzia ed elementari, nelle quali aumenta la percentuale di ingredienti biologici già prevista dalla legislazione nazionale portandola al 100%, e le scuole medie ed altri servizi di ristorazione collettiva (si ricorda che per servizi di ristorazione collettiva si intendono, oltre a quelli di ristorazione pre-scolastica e scolastica, quelli universitari, ospedalieri e delle strutture residenziali e semi-residenziali per anziani ed altre categorie svantaggiate, gestiti da Enti pubblici o privati in regime di convenzione), per i quali agli ingredienti biologici, tipici, tradizionali (già previsti obbligatoriamente dalla normativa nazionale) e da agricoltura integrata deve essere riservata una quota almeno del 70% (con la preminenza di prodotti biologici, che devono essere quindi almeno il 35% del totale).
E’ evidente che l’applicazione della normativa regionale rappresenta un momento di particolare interesse per tutte le realtà locali coinvolte: da una parte le Amministrazioni pubbliche che vedono così garantita la qualità dei propri servizi di ristorazione, e dall’altra l’intero comparto produttivo agricolo piacentino, da tempo impegnato per offrire al mercato prodotti di elevata qualità con un’ attenzione particolare alla sicurezza dei consumatori ed alla valorizzazione della tipicità.
Frutto dell’impegno in tal senso della Provincia di Piacenza e delle Organizzazioni professionali agricole, è infatti nato e da tempo operante Natural Valley, marchio collettivo depositato e naturale punto di incontro tra le diverse esigenze sopra rappresentate. E’ infatti un progetto realizzato allo scopo di offrire migliori garanzie ai consumatori di prodotti biologici attraverso una certificazione Etico-ambientale che garantisce l’assoluta qualità dei prodotti e il pieno rispetto del territorio.
Si auspica pertanto che tutti gli Enti competenti alla gestione di servizi di ristorazione collettiva si adeguino alla normativa regionale sopra indicata, introducendo, nell’appalto di tali servizi, parametri di valutazione qualificanti che consentano di ottemperare pienamente alle disposizioni di tutela dei consumatori previste dalla legge privilegiando e premiando, ove possibile, quei prodotti che provengono dalle terre delle nostre colline e montagne, dove l’acqua, l’aria e il terreno hanno valori ambientali migliori.
A tal fine, e con l’ intento di agevolare la predisposizione dei bandi di aggiudicazione, sono di seguito disponibili la normativa regionale, un breve documento riguardante l’introduzione di criteri selettivi preferenziali per la fornitura di prodotti biologici e locali di qualità, e un documento più completo (capitolato con relative tabelle merceologiche che contempla anche gli aspetti di gestione ed erogazione del servizio
 Documentazione Documentazione
Capitolato Bozza di Capitolato speciale per l'appalto del servizio di ristorazione collettiva - Emilia Romagna
Criteri selettivi Criteri selettivi per applicazione L.R. 29/02
Tabelle merceologiche Bozza di allegato al capitolato
 Normative Normative
triangolo
art59_L.488.pdf L. 23.12.1999 n. 488 art. 59 Agricoltura - Sviluppo dell’agricoltura biologica e di qualità
L.R.29_2002.pdf L.R. 4.11.2002 n. 29 Agricoltura - Educazione alimentare e qualificazione dei sevizi di ristorazione collettiva
 Link Sottosezione Link
Link Sottosezione
Natural Valley Natural Valley
Sportello mense bio Sportello mense bio

Torna Torna


 Provincia di Piacenza - Via Garibaldi, 50 - 29121 Piacenza - Italy - tel. 0523.7951 fax. 0523.326376                                      
 Info:urpel@provincia.pc.it - Web Site a cura di SINTRA SpA                                   HTML 4.01 | CSS 2.0 | WCAG 1 A | Bobby A